Impianto dentale: ecco come tornare finalmente a sorridere

impianto-dentale.jpg

L’impianto odontoiatrico è la soluzione migliore per recuperare la piena funzionalità del cavo orale

Perdere un dente è sempre un evento molto spiacevole, che incide sicuramente da un punto di vista estetico ma che può avere ripercussioni anche sotto quello psicologico. Infatti, sono tante le persone che frequentemente si sentono a disagio nel contesto lavorativo o quotidiano a causa di questo problema. Fortunatamente però la soluzione esiste ed è quella dell’impianto dentale. Questa tecnica odontoiatrica permette la sostituzione di un elemento naturale con uno artificiale, consentendo di nuovo al soggetto di tornare a sorridere e mangiare senza alcun disturbo.

Una rivoluzione chiamata implantologia

Grazie ad un impianto odontoiatrico dunque si riesce a recuperare la piena funzionalità del dente. È composto da una vite in titanio, detta anche radice, inserita nell’osso, al quale rimane poi ancorata in maniera definitiva. Tutto ciò è possibile tramite una sede ricavata nella mascella o nella mandibola del paziente e da una parte esterna che viene chiamata capsula. Questa ultima viene poi avvitata o cementata all’impianto stesso.

L’avvento dell’implantologia ha radicalmente cambiato l’intero mondo dell’odontoiatria. Prima infatti, la perdita di uno o più denti permanenti, prevedeva per la sua sostituzione l’applicazione di protesi che venivano inserite nei denti adiacenti attraverso delle corone o dei ponti. Oggi invece, grazie all’uso di queste nuove ed efficaci tecniche e ad una maggiore attenzione posta sulla prevenzione, questo tipo di perdite sono risolte con delle protesi dentarie fisse in grado di costituire una soluzione definitiva per tutta la vita.

Non bisogna mai dimenticare che l’installazione di un impianto denti è un intervento chirurgico a tutti gli effetti, che prevede un’anestesia locale. Il dentista procederà in prima istanza a verificare che non ci siano patologie pregresse in atto come carie, piorrea o infiammazione ai tessuti. Successivamente procederà ad effettuare degli esami radiografici per raccogliere tutte le informazioni sull’anatomia della bocca, creando così un impianto dentale adatto in ogni dettaglio alle esigenze del paziente. Una volta fatto tutto questo, procederà a fissare e pianificare le varie tappe dell’operazione.

Impianto dentale: tutti i suoi benefici

Per dare un’idea di quanto questo tipo di intervento sia risolutivo, possiamo dire che studi del settore hanno dimostrato come la percentuale di successo su scala mondiale è del 99%. Questo avviene anche perché, l’utilizzo del titanio, riduce al minimo la possibilità di rigetto in quanto, tale materiale, è totalmente biocompatibile con il cavo orale. Naturalmente, se possibile, il dentista ha come priorità quella di provare a salvare il dente naturale. Questo infatti, mantiene sia una maggiore sensibilità durante la masticazione sia un più saldo ancoraggio all’osso. Nel caso in cui sia irrimediabilmente compresso, allora è giusto procedere all’installazione di un impianto dentale, capace di apportare i seguenti vantaggi:

  • Gli impianti dentali permettono di ottenere denti che per caratteristiche e funzionalità sono identici a quelli naturali
  • Forniscono una perfetta stabilità e prevengono l’atrofia
  • A differenza dei ponti, l’impianto dentario non va ad influire in alcun modo sugli altri denti
  • Rappresentano una soluzione definitiva

Nonostante un fenomeno simile sia maggiormente riscontrabile nelle persone adulte, in caso di necessità può essere applicato anche sui più giovani. Un’eccezione però è riservata agli adolescenti, i quali devono aspettare che lo sviluppo osseo giunga alla definitiva conclusione. Inoltre non si riscontrano particolari controindicazioni o effetti collaterali. Il rischio di allergie o infezioni è praticamente nullo. Alla sua piena riuscita però deve contribuire una corretta pulizia, che deve essere eseguita utilizzando anche uno spazzolino apposito con setole morbide evitando così qualsiasi tipo di dolore. Altra componente fondamentale sono i controlli post-chirurgici: il paziente deve assolutamente rispettarli in maniera periodica perché è soltanto così che l’odontoiatra può rendersi conto della corretta stabilità implantare.


Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *






PRENOTA ORA

Compila il form per Richiedere Informazioni o per Prenotare un Appuntamento.

Sarai ricontattato il prima possibile.


Seguici su



Nome e Cognome (obbligatorio)

Email (obbligatorio)

Telefono

Messaggio

Ho letto l'informativa sulla Privacy Policy e do il mio consenso al trattamento dei miei dati che non saranno salvati o ceduti a terzi e saranno utilizzati solo per gestire la richiesta. (Link Privacy Policy e Cookie Policy a fondo pagina)


Copyright 2018 – Dott. Antonio Francesco Ferro | CF: FRRNNF53P06G298T | Privacy PolicyCookie Policy | Powered by FluidaMente #SmartWebCommunicationfocus